Ex SS 131 Km 10.500, - 09028 Cagliari Italy

16 maggio 2018

Condizionatori ESTATE 2018 - GUIDA ALL'ACQUISTO

La scorsa estate sarà ricordata come una delle estati più torride della storia … SCOPRI SUBITO i migliori Condizionatori / Climatizzatori per vivere al meglio e al comfort la stagione estiva 2018

Una delle soluzioni più efficaci per contrastare l’eccessivo aumento delle temperature estive è senz’altro l’installazione di un condizionatore o ancor meglio di un climatizzatore, risorsa importantissima e di enorme aiuto non solo per persone anziane o che hanno problemi respiratori, ma anche per chi lavora e ha bisogno di condizioni ideali per rendere al meglio sotto stress, inoltre all’occorrenza nel periodo invernale possiamo utilizzarli per riscaldare l’ambiente in cui li abbiamo installati.

Sono presenti in vendita tantissimi modelli di diverse marche, caratteristiche e prezzi, per cui prima di fare un acquisto è bene conoscere alcune informazioni, che vi permetteranno di scegliere il prodotto ideale alle vostre necessità e capire quale condizionatore acquistare. Scegliere con cura permette di risparmiare non solo sul prezzo di acquisto, ma anche durante l’utilizzo sulla bolletta elettrica, infatti abbiamo selezionato i migliori climatizzatori fissi e portatili disponibili in commercio, con la classe energetica più efficiente partendo dalla classe A+ per arrivare fino a A+++.

Nell’acquisto di un condizionatore una delle principali caratteristiche da valutare sono i BTU (British Thermal Unit), che servono a indicare la potenza richiesta (energia consumata) da questo elettrodomestico per raffreddare o riscaldare un ambiente. Maggiore sarà il numero di BTU e più grande sarà l’ambiente che riuscirà a raffreddare

Per ogni metro quadro sono necessari circa 300 BTU, oltre a considerare altre piccoli fattori indicati nelle prossime righe, ma sommariamente, moltiplicando i metri quadri per 300 BTU, si ottengono i BTU necessari.

Oltre ai metri quadri dell’ambiente da climatizzare vanno valutate altre variabili tra cui:

  • la posizione geografica;
  • l’esposizione al sole;
  • le caratteristiche delle pareti e l’isolamente che forniscono esse dall’esterno;
  • il numero di persone che vivono in casa
  • la presenza nella stanza da raffreddare di apparecchi o elettrodomestici che producono calore

N.B. Per un installazione ottimale consigliamo di rivolgervi SEMPRE a tecnici specializzati. Un alvoro eseguito da personale imporvvisato può rendere completamente inutile il vostro investimento. Per maggiori INFORMAZIONI e per ricevere SUBITO una consulenza gratuita contattateci  al numero di Telefono: +39 070 2320994 - O alla mail info@home-s.it

Cosa vuol dire INVERTER?

I primi modelli di climatizzatore, ovvero i climatizzatori tradizionali e soprattutto quelli più economici, per raggiungere la temperatura desiderata, lavorano sempre al massimo della loro potenza, regolando la temperatura dell’ambiente in cui si trovavano solo tramite l’accensione e lo spegnimento del compressore e sono detti on/off. I climatizzatori più recenti nella maggior parte dei casi sono dotati invece di tecnologia inverter, una tecnologia capace di ottimizzare in modo intelligente i consumi, in quanto riescono a dosare e modulare la potenza erogata in base alla temperatura ambientale, da questo ne consegue un identico tempo di raggiungimento della temperatura desiderata, ma con un risparmio di energia elettrica soprattutto nel momento in cui ci si avvicina e soprattutto si raggiunge la temperatura ideale impostata. Quindi come potete ben capire questa tecnologia è conveniente per chi deve tenere un ambiente climatizzato per più ore, viceversa è sprecata per chi accende il condizionatore solo per poche decine di minuti.

Condizionatore fisso, mobile o monoblocco?

In base all’ambiente di lavoro e alle proprie esigenze è da valutare il tipo di condizionatore da acquistare. Esistono modelli fissi con e senza unità esterna, modelli mobili e monoblocco, ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. Il modello fisso con unità esterna è più silenzioso perché il motore è collocato all’esterno, inoltre ha una maggiore resa, l’unico inconveniente è che necessita di un installatore che deve fare un po’ di lavoro, anche se ultimamente stanno prendendo sempre più piede condizionatori che sono privi dell’unità esterna, il che vuol dire che all’esterno non si vedrà più quell’unità ingombrante e antiestetica ma solo due fori coperti da una griglia, che assicureranno lo scambio termico.

  • Il modello fisso senza unità esterna simile al precedente ma privo dell’unità che va montata all’esterno dell’abitazione. In questo modello tutti i componenti dell’unità esterna sono all’interno del climatizzatore stesso, mentre è collegato con l’ambiente esterno da uno o massimo due tubi. All’esterno della stanza in cui viene montato si vedranno solo due fori di circa 10 cm coperti da una griglia. Purtroppo come difetti, ha una resa non ottimale come il modello precedente ed è un po’ più rumoroso.
  • Il modello portatile ha il vantaggio di non aver bisogno di installazione, va solo attaccato alla corrente. Oltre a questo è comodo in quanto si può spostare da un ambiente a un altro tramite le rotelle ed è come costo d’acquisto più economico, però ha una resa inferiore a parità di consumi.

Monosplit e Multisplit. La differenza tra monosplit e dualsplit è molto semplice, nei primi ad ogni unità esterna può essere associata una sola unità interna, mentre nei dualsplit o multisplit ad ogni unità esterna si possono collegare più unità interne, fino a un massimo di 9 per alcuni modelli.

Condizionatori ESTATE 2018 - GUIDA ALL'ACQUISTO