Ex SS 131 Km 10.500, - 09028 Cagliari Italy

22 gennaio 2018

SCOPRI SUBITO come scegliere il miglior sistema di riscaldamento domestico per la TUA CASA

Come scegliere il miglior sistema di riscaldamento domestico è senza ombra di dubbio uno dei temi caldi di ogni stagione fredda – scopriamo insieme come migliorare il comfort delle nostre case con i consigli dei COMFORT SPECIALIST di HOME’S

Come scegliere il miglior sistema di riscaldamento domestico è senza ombra di dubbio uno dei temi caldi di ogni stagione fredda e anche questo “strano” inverno 2018 non sembra costituire un eccezione.

Dai dite la verità! Chissà quanti tra di voi si staranno chiedendo come scegliere il miglior sistema di riscaldamento domestico per la propria casa! Noi, siamo sinceri, ci siamo interrogati più e più volte sul tema. Volete SCOPRIRE INSIEME a noi come muoversi nei meandri di una materia vasta e spesso di difficile comprensione? Approfondiamo insieme le diverse possibilità mettendo a confronto i principali sistemi di riscaldamento domestico.

Caldaia a condensazione. Di sicuro, la combustione è più efficiente perché recupera energia termica dai gas di scarico generati. Massimo rendimento, interessante risparmio energetico. La caldaia a condensazione può essere alimentata a gas, a metano, a gpl o a gasolio. Rispetto ad altri altri sistemi è meno inquinante e il prezzo del combustibile è più conveniente in caso di alimentazione a metano, meno se si tratta di impianti a gpl e a gasolio.

Pompa di calore. Usa l’energia termica dell’ambiente, producendo calore attraverso l’acqua o l’aria, che poi vengono immesse in un sistema a pannelli radianti o nei radiatori. La pompa di calore non inquina e offre un ottimo coefficiente di prestazione, ovviamente non prevede alcun problema di immagazzinamento del combustibile. L’unico contro è che prevede all’inizio un prezzo più elevato: consideralo un investimento che ritorna alla grande, per l’elevata efficienza del dispositivo e l'utilizzo di energia rinnovabile.

Sistema ibrido. In questo caso ci sono due generatori di calore, alimentati da fonti energetiche diverse. Grazie a un sistema intelligente, a seconda delle condizioni del momento, si attiva uno o l’altro. I vantaggi sono evidenti: massima efficienza e maggior risparmio energetico. Inoltre puoi adeguare il tuo sistema, se già possiedi una discreta caldaia a condensazione, con il vantaggio di un budget tutto sommato contenuto.

Caminetti e stufe. La presenza in casa del camino o della stufa, offre immediatamente anche un senso di calore alla vista e al cuore. Oggi ti puoi veramente sbizzarrire nella scelta: accanto ai modelli tradizionali ci sono quelli più tecnologici, come i termocamini, le stufe a pellet e a biomassa, che ottimizzano al massimo il potere termico del combustibile, migliorando la qualità del calore generato per riscaldare gli ambienti. Inoltre riducono al minimo l’impatto ambientale, oltre a permettere di riscaldare la casa a prezzi più bassi rispetto ai combustibili fossili. Gli unici e minimi svantaggi sono che dovrai prevedere uno spazio per le scorte di combustibile, soprattutto legna o pellet, e organizzarti per una pulizia regolare del sistema e delle canne fumarie.

Sistema di riscaldamento a pannelli radianti. È un impianto che si sta utilizzando negli ultimi anni nelle nuove costruzioni o nelle ristrutturazioni. Si tratta di serpentine elettriche o tubazioni attraverso cui scorre acqua riscaldata da un generatore centralizzato, che sia pompa di calore, caldaia, pannelli solari termici o fotovoltaici, termocamino. I vantaggi sono molti e chiari: consumi energetici molto bassi, elevata efficienza energetica, possibilità di riscaldare per irraggiamento gli ambienti, senza spostamenti d’aria. Unico neo: gli elevati costi di installazione.

Riscaldamento a parete. Questa tipologia di riscaldamento non prevede opere murarie consistenti e offre una diffusione del calore molto efficiente, mantenendo le pareti asciutte dall’umidità. Il sistema radiante a parete viene installato lungo il perimetro delle stanze e spesso direttamente sulle pareti esterne delle abitazioni, nel caso non fosse sufficiente, si considerano anche le pareti divisorie interne. Può essere sia elettrico costituito da resistenze elettriche posizionate dietro l'intonaco della parete oppure ad acqua che scorre attraverso tubazioni, calda d’inverno e fredda d’estate. I vantaggi sono molti: distribuzione del calore omogenea, l’ambiente si mantiene caldo e asciutto a lungo e risparmio energetico. Invece fra i contro dovrai considerare che se la tua casa è molto grande, questo sistema potrebbe non essere sufficiente per riscaldare adeguatamente tutti gli ambienti, perdi circa 7 cm di spessore nelle pareti e quindi nella metratura generale della casa, inoltre se l’intero edificio non è ben isolato, c’è una notevole dispersione.

Riscaldamento a pavimento. Anche qui si utilizza un sistema radiante, a pannelli, o a tubazioni e con conduttori elettrici. Le serpentine, utilizzate per l’irraggiamento del calore assicurano l’efficienza dell’impianto che però necessita di un termostato collocato in ogni ambiente. Vantaggi: distribuzione uniforme del calore nelle stanze, riduzione dei consumi e meno polveri, acari e muffe negli ambienti. Per i contro, ti segnaliamo gli alti costi di realizzazione e i costi elevati di

Riscaldamento elettrico. Sembrerà un’eresia, ma in realtà oggi è possibile e persino conveniente sostituire il gas con l'energia elettrica grazie alle fonti energetiche rinnovabili (come il pannello fotovoltaico, eolico o ad acqua). Puoi quindi risparmiare in funzione dell'energia autoprodotta: più produrrai energia, più i costi si abbasseranno.

SCOPRI SUBITO come scegliere il miglior sistema di riscaldamento domestico per la TUA CASA